mercoledì 21 novembre 2018

Da Mazinga a Harlock - Linea - Quindicinale di attualità, politica e cultura del Movimento Sociale Italiano (1981)

Dopo l'articolo dedicato a Goldrake (e in sua difesa) ne posto un secondo, sempre tratto da Linea, che contiene molti spunti e riflessioni interessanti che ci consentono di capire quale fosse l'approccio della cultura di destra negli anni Ottanta nei confronti dei cartoni animati giapponesi.

martedì 20 novembre 2018

In difesa di Goldrake - Linea - Quindicinale di attualità, politica e cultura del Movimento Sociale Italiano (1980)

Uno degli articoli più rari e difficili da reperire riguardo le polemiche giornalistiche sulla figure di Goldrake è quello pubblicato nel 1980 dal periodico Linea, edito dal Movimento Sociale Italiano e diretto dall'allora suo segretario Pino Rauti. Ne ho già dato ampiamente conto nel libro C'era una volta Goldrake e nel mio articolo "Goldrake nel dibattito politico italiano degli anni Ottanta. Silverio Corvisieri, il Movimento Sociale e la Democrazia Cristiana", appena pubblicato sul numero 11 di Manga Academica. Lo propongo qui nella sua versione originale.



Sul numero 28 del 15-31 maggio 1980 Goldrake ha addirittura l’onore di comparire in prima pagina.[1] A lui è dedicato un articolo intitolato “In difesa di Goldrake” (firmato G A) scritto in risposta alla protesta dei genitori di Imola e alla cosiddetta crociata contro i cartoni animati giapponesi.

domenica 4 novembre 2018

C'erano una volta i soldatini di Goldrake dell'Atlantic. Intervista a Domenico Greco

La confezione con i 22 personaggi "amici"

Proviamo a immaginare un'uggiosa giornata d'autunno. Ha appena finito di piovere e ci stiamo aggirando nella zona del cimitero monumentale di Milano, in quello che è il quartiere degli artisti, per compiere un salto indietro nel tempo e andare a incontrare lo scultore Domenico Greco che, alla fine degli anni Settanta, lavorò con la Atlantic per scolpire i soldatini di Goldrake.

mercoledì 31 ottobre 2018

Le foto originali di Antenne 2/Pictural Films per la stampa francese (1978)

Contestualmente all'arrivo di una nuova serie (animata o dal vivo) in televisione l'emittente in questione, insieme al suo ufficio stampa, era solita produrre del materiale informativo da inviare ai giornali affinché questi potessero procedere alla realizzazione dei loro articoli.

Daisuke Umon/Duke Fleed in Francia diventa Actarus/Le Prince d'Euphor